Addio a Spotify Stations, l'app gratuita di musica in streaming

Circa 4 anni fa, Spotify ci ha presentato il suo app di musica in streaming gratuita Stazioni , beh, l'abbiamo imparato questa app sta per chiudersi . Si accedeva alla piattaforma utilizzando la stessa password e utente di Spotify e disponeva di una varietà di stazioni musicali, a seconda del tipo di musica che si desidera ascoltare.

Spotify offre agli utenti l'opportunità di cambiare le proprie playlist da Stations a Spotify in modo che non li perdano prima di chiudere l'app. Essendo un'opzione gratuita, le sue funzioni sono piuttosto limitate, proprio come Spotify, se non hai Spotify Premium, non ti permette di scegliere il brano che vuoi ascoltare all'interno della stessa lista, ma ti permette di saltare una canzone.

Maggio 16th sarà il giorno in cui Le stazioni chiuderanno per sempre. Spotify non ha fornito alcuna spiegazione o motivo per cui ha deciso di chiudere questa app, almeno agli utenti viene data la possibilità di inviare le proprie liste da un'app all'altra e continuare così a godersi la propria musica.

Stations è stato un esperimento di Spotify

Se sei un utente di Stations, sicuramente hai anche un account Spotify e dovresti sapere che Spotify ha anche stazioni radio basate sui tuoi gusti musicali e sulla musica che ascolti quotidianamente.

Per Spotify, Stations è stato un semplice esperimento , questo potrebbe essere stato il motivo e che ora l'app Spotify, con la sua funzione Spotify Radio, gli utenti potranno avere la stessa esperienza utente che avevano con le stazioni.

Da venerdì 16, il L'app Stations non sarà più disponibile per il download da App Store e Google Play Store , anche se continuerà a essere funzionale per gli utenti migrare i propri elenchi su Spotify.

Ora, se sei un Stazioni utente, dovresti sapere che presto dovrai smettere di usarlo, poiché Spotify smetterà di consentirne il download e lo chiuderà per sempre. Questo l'app di musica gratuita verrà chiusa , ma non temere, perché ci sono molte alternative là fuori.

Via: Tech Crunch